CUPIDO, LA SEDUZIONE DEI FERMENTATI NATURALI BY DANIELE COLOMBO di DE-GUSTARE

de-gustare_new_logo

 

 

 

CUPIDO, LA SEDUZIONE DEI FERMENTATI NATURALI
BY DANIELE COLOMBO di DE-GUSTARE

Cupido è un’azienda agrituristica della Maremma che propone una gamma di prodotti innovativi che nascono dalla fermentazione di uva o frutta e miele
«Come veri Cupidi, i fermentati puntano a fare breccia nei cuori e al palato di moltissimi estimatori con la “seduzione alla frutta”». Dall’uva e dalla frutta si possono ottenere bevande alcoliche alternative al vino, altrettanto seducenti. Si chiamano fermentati, ovvero prodotti naturali a gradazione alcolica di circa 15 gradi che nascono dall’equilibrio tra miele e frutta. Sostanzialmente sono dei sostituti di passiti, Vin Santo o liquori. Ma alcuni possono essere degustati anche come aperitivi. I fermentati naturali si possono degustare a fine pasto come passiti o liquori o anche come aperitivi
L’idea è venuta a Fabio Guidarini, 44 anni, enologo, titolare dell’azienda agrituristica Cupido, a Magliano in Toscana, provincia di Grosseto, in Maremma. Un’azienda che inizialmente era legata soprattutto all’allevamento degli ovini per poi concentrarsi esclusivamente sulla coltivazione ortofrutticola, vitivinicola e olivicola. Attualmente è l’unica in Italia a produrre bevande fermentate naturali. E il successo che questi prodotti stanno riscuotendo le stanno dando ragione.
«Mi occupavo di uva, vigne e vini – racconta Fabio Guidarini che abbiamo incontrato a Milano Golosa – Poi ho cominciato delle produzioni diverse: fermentazioni di uva con miele millefiori. Sono partito con l’Aleatico. Ed è risultato un buon prodotto, anche se di fatto legalmente non si sapeva cosa fosse. Dopo un anno di ricerche e consulenze si è capito che erano fermentati di frutta o di frutta e miele. Abbiamo dovuto trovare noi uno spazio tra le leggi esistenti. Da lì poi è proseguita la gamma delle produzioni, utilizzando il Moscato, prodotti invecchiati. Quindi abbiamo sperimentato fermentazioni non con uva: per esempio, ciliegia, amarena e mele, limone con zucchero di canna».
La denominazione bevanda fermentata viene utilizzata al posto del vino. Le norme vietano, infatti, l’uso di questo termine per ogni fermentato che non sia prodotto totalmente con uva o con uva da vino Vitis vinifera. La presenza di miele o di uva fragola (l’azienda produce anche Frà’ Golino, una bevanda fermentata a base di uva fragola) diventa pertanto una discriminante.
«Al momento – spiega Fabio Guidarini – abbiamo una discreta gamma di prodotti: dodici, compresa la versione gelificata, dai giovani agli invecchiati in barrique di rovere: non vanno mai oltre i quindici gradi. Sono sostituti di passiti, Vin Santo o liquori. Si degustano generalmente come fine pasto: il Dolce Maremma dicono che assomigli a un Porto. Un paio di prodotti vanno meglio come aperitivi. Tra questi c’è Cupjito (che richiama Cupi, la località dove si trova l’agriturismo e il Mojito), a base di mela, limone, menta fresca e zucchero di canna».
Amarancio (uve miste, miele di acacia e millefiori e scorza di arancia amara), Luna di miele (uve Moscato e miele), You and Me (pesche settembrine e uva), Limonissimo (mele, scorze di Limone e zucchero di canna): i nomi sono accattivanti e suadenti. Ma non manca lo spirito burlone, tipicamente toscano. Tra i prodotti spicca anche Maremma Maiala, a base di Moscato e miele di acacia. Più che un’imprecazione un’espressione di giubilo per un nettare paradisiaco.

«I nostri fermentati sono totalmente naturali – sottolinea Fabio Guidarini – Tutti i prodotti, uva e frutta, arrivano dalla nostra azienda, eccetto il miele che prendiamo da un’altra azienda agricola. Normalmente usiamo lieviti indigeni per le uve mentre per alcuni frutti (per esempio, a base mela e ciliegia) li aggiungiamo. Vendiamo attraverso il contatto con il nostro sito. Al momento la produzione è di alcune migliaia di bottiglie per tipologia. Ma stiamo lavorando per fare conoscere i nostri prodotti tramite locali e bar. Per chi ci vuole incontrare direttamente, saremo molto probabilmente a Firenze, a Taste».

CUPIDO, LA SEDUZIONE DEI FERMENTATI NATURALI
BY DANIELE COLOMBO di DE-GUSTARE

Categorie

About the Author:

Lascia un commento